I commercianti con approcci di marketing ingeniosi convicono gli acquirenti a comprare acque in bottiglia fino a duemila volte più costose. Foto: Reuters
Trgovci nas s premetenimi tržnimi prijemi prepričajo v nakup tudi do dva tisočkrat dražje embalirane vode.

Lʼacqua del rubinetto ha molti vantaggi in confronto con quella imbottigliata

Le aziende comunali slovene hanno deciso di provare a creare una società migliore. Unite nella Camera delle aziende comunali cercano di sollecitare con l’iniziativa »Insieme per una società migliore« lo sviluppo di un’economia sostenibile e di un consumo

In evidenza

  • Nell'Istria slovena un litro di acqua costa 0,00086 euro.
  • L'acqua di rubinetto è costantemente testata e controllata.
  • Per la produzione di una bottiglia da un litro occorrono 200 decilitri di petrolio e 3 litri di acqua.
  • Per il degrado delle bottiglie di plastica in natura occorrono anche più di 500 anni.
Voda iz pipe neprestano nadzirajo in ni izpostavljena sončnim žarkom in pregrevanju kot embalirana voda.

L'acqua di rubinetto è costantemente controllata, non è esposta alla luce solare e al surriscaldamento come le acque in bottigila. Foto: aldobakker.com

Non molto tempo fa hanno cercato di puntare lʼattenzione sulle grandi quantità di cibo buttato via. Ora cercano di promuovere il bere l’acqua dal rubinetto che da noi è molto buona. Comprare l’acqua imbottigliata comporta un grave onere per l’ambiente. Ogni volta che acquistiamo l’acqua in bottiglia buttiamo via un prodotto, la bottiglia, fatta con materiali non naturali che possono impiegare anche cinquecento anni per decomporsi. Visto che solo una minima parte della bottiglia viene riciclata e che il mercato delle acque imbottigliate sta crescendo costantemente, il problema sta diventando sempre più grave. Secondo i dati dell'Associazione degli Imbottigliatori delle acque confezionate ogni anno in Slovenia vengono prodotte 41 bottiglie da un litro per persona, consumando così 17 milioni di litri di petrolio e 255 milioni e 250 mila litri d’acqua. Questo significa che usiamo tre volte tanta acqua per produrre le bottiglie di quella che poi beviamo. Il dato curioso è che un litro d’acqua imbottigliata può costare anche duemila volte di più di un litro di acqua di rubinetto.

Le aziende comunali contro le bottigliette di plastica

Lʼimportanza della difesa dellʼambiente e di un comportamento responsabile nei confronti dello stesso è stata colta anche dalle aziende comunali che ogni giorno si trovano di fronte a immense quantità di rifiuti rappresentate dai vari tipi di imballaggio come ci spiega la direttrice f.f. del Camera delle aziende comunali, Alenka Gorza Jereb: “Ogni rifiuto dʼimballaggio rappresenta un grande onere per lʼambiente e proprio in virtù di questo fatto vorremo che le quantità di questo tipo di rifiuti diminuisca. Non vorrei parlare di chilogrammi, litri o tonnellate d’imballaggio che ogni anno restano nei nostri magazzini anche perché per decomposizione di queste bottigliette ci vogliono molte generazioni. Vorremo che il numero di bottigliette di plastica diminuisca il più possibile. Per questo motivo diciamo che se c’è la possibilità di scegliere, optate per l’acqua del rubinetto”. Le stesse Aziende comunali vogliono fungere da esempio. “ In questa occasione vogliamo adottare un comportamento responsabile e non pubblicare dépliant o altro materiale che possa a sua volta gravare sullʼambiente. Useremo quello che abbiamo già a disposizione. Abbiamo già un contatto diretto con i nostri clienti. Anche se si tratta delle bollette le useremo per pubblicare sulla parte posteriore messaggi con i quali sensibilizzare la gente e influenzare il comportamento dei nostri clienti”.

I vari modi di bere acqua nei locali pubblici

I modi di bere l’acqua e il nostro rapporto con lʼacqua imbottigliata è ben visibile nei locali pubblici, dove vicino alla tazzina di caffè viene servito di regola un bicchiere dʼacqua del rubinetto. Nace Šumrada Slosar, del Caffè Costadoro, lavora da molto tempo nella ristorazione: ”Secondo le mie esperienze, nei locali dove si serve il cibo lʼabitudine è quella di bere lʼacqua dalla bottiglietta. Al contrario invece nei bar cʼè lʼabitudine di bere lʼacqua del rubinetto. Ai nostri clienti non gliela facciamo pagare a parte ma è compresa nel prezzo della tazzina di caffè. Sicuramente esiste il problema delle bottigliette di plastica ma questo si può risolvere usando bottigliette riciclabili”.

Che i clienti abituali non abbiano pregiudizi al riguardo ce lo conferma anche Nina Krivec Rudolf, del pub Cameral: “Da noi cʼè lʼabitudine di servire lʼacqua con il caffè senza che il cliente la ordini a parte. Si tratta di acqua del rubinetto, che è compresa nel prezzo. Abbiamo anche lʼacqua imbottigliata nella nostra offerta ma è convinzione comune che l’acqua del rubinetto che beviamo nel Litorale sia di buona qualità e così accade raramente che qualcuno ordini lʼacqua imbottigliata. A farlo sono solitamente gli stranieri«.

Lʼacqua di rubinetto è costantemente testata e costa meno

Lʼacqua imbottigliata costa molto di più di quella del rubinetto e a comprarla ci spingono ragioni di comodità e un marketing molto ben organizzato. Lʼacqua che esce dai nostri rubinetti è molto buona e costantemente controllata. I vantaggi di bere lʼacqua dalla spina ce li spiega Sara Milenovski dellʼAcquedotto del Risano che fornisce lʼacqua ai tre comuni del Litorale: “Lʼacqua dell’acquedotto circola in continuazione, tutto il sistema è strutturato per fare si che lʼacqua circoli in continuazione. Questʼacqua non viene esposta ai raggi solari e non viene riscaldata perché le tubature dell’acquedotto sono tutte sotto terra e così mantiene una temperatura bassa. La qualità dellʼacqua viene controllata giornalmente e settimanalmente con dei test appropriati. Possiamo confermare che lʼacqua che esce dai rubinetti nel Litorale e nell’entroterra è potabile e sicura da usare«.

LʼAcquedotto del Risano mantiene anche il rubinetto pubblico di Cepki presso Risano, dal quale molte persone bevono lʼacqua che deriva dal processo di microfiltrazione. Le altre spine pubbliche nellʼIstria slovena sono invece sotto il controllo delle varie aziende comunali, le quali però incontrano difficoltà nella loro manutenzione. Accade spesso che questi rubinetti siano vittime di atti vandalici.

Condividi:

Per commentare dovete essere registrati. I commenti non riflettono la posizione della redazione e la politica di RTV Slovenia.
Nello scrivere il commento siete pregati di attenervi al tema, evitando l'uso di frasi di incitamento all'odio e di attenervi alle regole.

Commenti: 0